10 cose da fare

Le 10 cose da fare se vi trovate in Salento!

 

“Mangiare le friselle”

FRISELLE

Le friselle o frise sono un alimento molto comune in tutto il Salento, mangiato soprattutto nel periodo estivo, quando ci sono i pomodori freschi. E’ un pane duro che si mette nell’acqua per pochi secondi per renderlo mangiabile e si condisce con pomodori, origano, olio e sale. Ci sono infinite varianti, c’è chi ci aggiunge la mozzarella, chi il tonno, … chi le rape stufate e così via. E’ talmente flessibile che anche il tempo di permanenza nell’acqua è del tutto personale: c’è chi le preferisce un po’ più croccanti, chi invece completamente zuppe d’acqua!

 

“Passeggiare nella macchia mediterranea”

MACCHIA MEDITERRANEA

Suggeriamo una salutare passeggiata nella macchi dove potrete raccogliere le erbe spontanee e respirare gli odori tipici delle piante aromatiche! Appena vedete delle zone di macchia mediterranea, fermatevi e camminate a piedi al suo interno. E’ un micro habitat unico, pieno di piante e …animaletti. Respirate i profumi delle spezie selvatiche, come l’origano, ad esempio.. E poi, quasi sempre, il mare è a due passi!

 

“Dissetarsi con un caffè in ghiaccio (con latte di mandorla)”

CAFFE IN GHIACCIO

Il caffè in ghiaccio, meglio se con latte di mandorla, è la bevanda incontrastata dell’estate nel Salento. Se andate fuori dal territorio salentino e chiedete un caffè in ghiaccio, o vi guarderanno in modo strano e non sapranno cosa fare, oppure cercheranno con buona volontà di venirvi incontro, ma preparandolo sempre nel modo sbagliato. La miglior preparazione del caffè in ghiaccio è tutta nei bar salentini, dove gusterete questa bevanda importata in Terra d’Otranto dalla Spagna valenciana all’inizio del XVII secolo. L’aggiunta del latte di mandorla conferisce un sapore più dolce e viene utilizzata in luogo dello zucchero.

 

“Visitare la Valle d’ Itria”

VALLE ITRIA

La Valle d’Itria, conosciuta universalmente, è sicuramente una delle mete obbligatorie in un viaggio in Puglia. Ma provate a vederla dall’alto, da uno di quei balconi naturali che sono Martina Franca e Cisternino, soprattutto al declinare del sole! Il rossastro cupo del suolo che si intravede tra il verde scuro dei vigneti sembra far da tappeto a quei coni grigi macchiettati di bianco, avvolti pian piano dall’oscurità che le fioche luci, come lucciole sparse, sembrano voler tenere lontana da questa magia. Immagini da cui non ci si riesce a staccare finchè non si è obbligati dalla notte, ma che restano dentro, indelebili!

 

“Jonian Dolphin Conservation Taranto”

DELFINI

…lasciarsi alle spalle il porticciolo di Policoro in una mattina di mezz’estate è come entrare in un sogno ricco di emozioni, colori e sensazioni che, chi passa o vive nella città dei due mari, dovrebbe fare almeno una volta nella vita. Dopo oltre un’ora di navigazione ciò che sembra essere solo una racconto epico prenderà forma… “compagni” inseparabili “nuoteranno” liberi di fronte a voi. In “punta di piedi” guarderete la prossimità degli splendidi delfini che “nuotano” a pelo d’acqua, accompagnati dai loro soliti “sbuffi”, nel “loro” Golfo di Taranto. Il resto?!?!?… emozioni a go-go…!!!
I Giovani che formano questa associazione sono uno straordinario esempio da imitare. Professionisti del mare e dell’ambiente che amano il loro territorio e cercano di custodirlo facendo “ricerca” e soprattutto fornendo a tanti, come me, le informazioni necessarie sul nostro ecosistema che giornalmente viene minato proprio da noi stessi.
La navigazione è accompagnanta da un buon Brunch, compreso di bevande, e un bel bagno in acque cristalline.
…..Impossibile rinunciarci…… link dell’associazione.

E per chi volesse soggiornare nella splendida città dei due mari noi consigliamo le fantastiche suite di Pamela:
Suite Blu Marine oppure B&B Isola Blu (per informazioni: +39 329 1044533).

 

“Una serata per locali nelle vie di Lecce”

LECCE

Una visitina a Lecce la dovete fare per forza, un po’ per ammirare le sue bellezze nel centro storico, un po’ per vivere l’atmosfera notturna. Lecce è una città vivissima, in estate è piena di eventi, mostre, ma soprattutto annovera un sacco di locali: bar, caffè, ristorantini, pizzerie, pub, wine bar, … La via dei locali è Via Federico d’Aragona, ma ne troverete anche in zona Santa Croce.

 

“Museo Nazionale Archeologico di Taranto”

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Situato in una via centale di Taranto a ridosso del ponte girevole costituisce una tappa obbligata per il viaggiatore che visita Taranto.Il museo è ubicato per il momento su un solo piano, il secondo e in fase di ultimazione, e tra i musei piu’ importanti d’Italia. Di grande richiamo le collezioni greche e romane, in particolar modo le collezioni degli ori. Nella mostra sono sviluppati i concetti della lavorazione orafa e la manualità degli artigiani orafi tarantini che uniti alla preziosità dei materiali usati rendono questa collezione unica nel suo genere ed apprezzata in tutto il mondo.

 

“Andare per sagre”

SAGRA

L’estate del Tacco d’Italia è ricchissima di eventi e soprattutto di sagre paesane. Quella delle sagre che celebrano tradizioni locali è essa stessa una tradizione che ha preso piede da ormai oltre vent’anni. Quasi tutte sono molto frequentate, richiamano persone da tutto il Salento e ciascuna ha la propria peculiarità a cui si intitola. Nelle sagre si celebra soprattutto l’enogastronomia locale, spesso associata a canti e balli o ad altri eventi correlati. Tra le più famose ricordiamo la Sagra dei Saperi e dei Sapori  a Maruggio, la Sagra  del Pesce fritto a Santa Maria di Leuca, la Sagra te la fucazza a Lequile, fino all’autunno inoltrato con la Sagra te la Volia Cazzata a Martano. Tutta incentrata sulla musica tradizionale è invece la celebre Notte della Taranta di Melpignano, quando la pizzica avvolge l’aria dell’estate regalando emozioni uniche d’altri tempi. Se non vi piace l’idea di essere circondati da orde di persone, allora alla notte conclusiva di Melpignano consigliamo invece una delle tappe della “Notte della Taranta” itinerante, un percorso in altri paesi nelle vicinanze che ripercorrono egualmente le musiche e i balli della taranta. Tutte le date le trovate al seguente link.

 

“Mangiare un’anguria fresca guardando il tramonto al mare”

Agrodolce

Aprire un’anguria fresca guardando il tramonto al mare! Di angurie in zona ne troverete a quintali. La gente locale (noi compresi) ne compra a decine di chili. Lungo le strade di tutti i paesi girano camioncini pieni di angurie a buon prezzo. Suggerimento: non cercate di acquistare mezza anguria perchè da queste parti non esiste, dovete prenderne sempre una intera, altrimenti il venditore vi guarderà con …simpatia. Poi andate a mare, aspettate il tramonto (sullo Ionio) e mangiate ammirando il paesaggio.

 

D’ora in poi siete voi a suggerire!

Translate »